Nextcloud Hub

Cos’è Nextcloud – Il Cloud personale e open source

Cos’è Nextcloud

Nextcloud è un software che permette di ospitare su un computer, server o addirittura un Raspberry Pi un’infrastruttura simile a quella dei servizi di cloud storage. È un’alternativa interessante anche ai tradizionali file server, sia in ambito casalingo sia in ambito professionale.

Nextcloud come alternativa a Google Drive, Dropbox o OneDrive

I servizi di file storage come Google Drive, Dropbox o OneDrive sono diventati molto popolari ultimamente. Essi permettono infatti di sincronizzare automaticamente i vostri files con il cloud e attraverso diversi dispositivi in modo del tutto automatico.

Questi servizi di cloud storage offrono nei loro piani gratuiti solo pochi gigabyte per l’archiviazione dei dati ma offrono anche diversi piani a pagamento per chi necessitasse ulteriore spazio.

Nextcloud si propone come alternativa gratuita a Google Drive, Dropbox e OneDrive.

Vantaggi

I vantaggi sono molteplici: il costo molto basso e l’assenza di costi mensili, il controllo completo, la gestione dei dati (cosa che non è sempre scontata) e lo spazio limitato solo dalla dimesione degli hard disks a vostra disposizione.

I vantaggi di avere un server personale con Nextcloud sono i seguenti:

Costi di partenza molto bassi senza rinnovi mensili

Esatto, i costi iniziali sono bassissimi se non nulli, in quanto per poter installare un proprio server con Nextcloud non serve hardware potente. Infatti è possibile utilizzare anche un semplicissimo Raspberry Pi (il cui prezzo parte da €35 per la versione da 2GB di RAM) e poi è possibile usare i dispositivi di archiviazione che si hanno già in casa, come chiavette USB, dischi esterni, o HDD/SSD.

Privacy e controllo completo dei dati

Privacy, questa sconosciuta.
Sempre più frequentemente veniamo a conoscenza di attacchi informatici mirati all’esposizione di dati sensibili, anche chiamati data breach, presso i più famosi servizi web al mondo. Purtroppo non è una cosa che possiamo controllare, a meno che non decidiamo di tenere i nostri file in casa.

Utilizzando Nextcloud come cloud storage avremo il controllo completo dei nostri dati. Come? Facile, avendo un server in casa e mettendo in atto le giuste misure di sicurezza, come l’uso di una VPN, sarà impossibile che qualche malintenzionati riesca a rubarci i dati.

Inoltre, Nextcloud supporta nativamente la crittografia End-to-End dei documenti. Ciò significa che nel caso qualche malintenzionato riesca a collegarsi in SSH al nostro server, non riuscirà ad avere accesso ai file caricati, perchè non saranno visibile in quanto crittografati.

Spazio “illimitato”

Lo spazio sarà illimitato o quasi, dipende da quali dischi utilizzeremo. E se un giorno dovessimo decidere che lo spazio che abbiamo non è abbastanza, basterà spostare i file su un disco più capiente.

Svantaggi

Nonostante l’hosting in casa di Nextcloud sembra la soluzione a tutto, ha degli svantaggi e dei limiti.
Alcuni degli svantaggi sono:

  • sarà vostro dovere fare manutenzione al server e sistemarlo in caso di problemi (molto rari) e per questo sarà necessario avere una minima conoscenza del sistema operativo Linux
  • altresì sarete voi a dover eseguire dei backup periodici dei documenti, in caso di guasto dell’hard disk o peggio, del furto dello stesso
  • la velocità dei download/upload sarà limitata ovviamente dalla connessione Internet di casa e dalla velocità dei dischi

Le features di Nextcloud

Vediamo ora alcune delle principali funzionalità di Nextcloud:

  • Creazione di utenti multipli e gestione dei privilegi
  • Condivisione tra utenti e tramite url pubblici
  • Accesso tramite web browser, client software e app
  • Sincronizzazione automatica dei files tramite il client
  • Sicurezza, con possibilità di 2FA (autenticazione a 2 fattori) e End-to-end encryption
  • Controllo delle versioni delle modifiche dei files
  • Possibilità di creazione e modifica di files di Office (Word, Excel e PowerPoint) tramite Collabora, che viene installato di default
  • Decine e decine di app ufficiali e di terze parti per estendere le funzionalità di Nextcloud (qui c’è lo store)
  • Possibilità di collegamento con storage esterno (Google Drive, Dropbox, Amazon, ecc.)
  • Gestione del calendario, contatti e email
  • Chat e sistema di videoconferenza tramite Nextcloud Talk

E ora?

Spero di avervi dato un’anteprima su cos’è Nextcloud e cosa può fare per voi. Se avete deciso di provarlo, potete vedere la mia guida a come installarlo su Ubuntu 20.

Quanto è stato utile questo post?

Clicca su una stella per votare!

Mi dispiace che questo post non ti sia stato utile!

Permettimi di migliorare questo post!

Dimmi come posso migliorare questo post!

Lascia un commento